Dall'eccedenza di bilancio alla nuova povera realtà

scritto TPN/Lusa, in Notizia · 30-12-2020 12:00:00 · 0 Commmenti

L'anno è iniziato con un'eccedenza di bilancio senza precedenti nella democrazia, ma ci sono voluti solo pochi mesi perché una "nuova povera" realtà creata dalla pandemia di Covid-19 trasformasse il saldo positivo dei conti pubblici in un ricordo del passato.

Il bilancio statale per il 2020 è stato approvato già a gennaio, con un'eccedenza di bilancio senza precedenti dello 0,2% in un Paese abituato ad avere i conti in rosso.

Ma la pandemia che ha colpito il Portogallo a marzo ha immediatamente compromesso il breve sollievo finanziario colpendo direttamente la causa principale del saldo positivo: il turismo. Appena una settimana dopo che erano noti i primi due casi di infezione confermata nel Paese, l'Algarve aveva già registrato il 60 per cento di cancellazioni di prenotazioni alberghiere, innescando la più grande crisi del settore alberghiero e della ristorazione a memoria.

Con la chiusura di alberghi e ristoranti, il tasso di disoccupazione, che era al minimo da molti anni e che si era appena lasciato alle spalle i massimi della crisi finanziaria dell'inizio del decennio che ha portato la "troika" in Portogallo per la terza volta, è tornato a salire e nei centri per l'impiego c'erano 53.000 nuovi disoccupati solo nel mese di marzo.

Un mese dopo, il numero di richieste di aiuto del Banco alimentare contro la fame ha mostrato come l'occupazione in Portogallo, così come la vita di molte famiglie sia cambiata, circa 12.000 richieste di aiuto che rappresentano quasi 60.000 persone che entrano in povertà e hanno bisogno di aiuto, cosa che molti non avrebbero mai immaginato che potesse accadere loro.

Nemmeno Isabel Jonet, che ha detto di non aver mai visto niente del genere in 27 anni di lavoro alla guida del Banco Alimentare, dove le persone della classe media con una vita organizzata perdono improvvisamente ogni reddito e la capacità di far fronte alle spese di base.

La situazione era così grave e senza precedenti che il Banco alimentare ha creato una rete di emergenza all'inizio della pandemia per rispondere all'eccezionale numero di richieste di aiuto.

Seguirono notizie di code fuori dalle associazioni, organizzazioni non governative, istituzioni cattoliche o moschee che richiedevano assistenza alimentare, rendendo visibile anche l'impatto sulla popolazione immigrata, più soggetta a lavori precari a basso salario e senza alcuna rete di sostegno. Il Governo ha deciso di legalizzare temporaneamente tutti gli immigrati con richieste di permesso di soggiorno presentate, garantendo a queste persone maggiori diritti e protezione.

A maggio, al Palácio de Belém, in un'udienza con il Presidente della Repubblica, Marcelo Rebelo de Sousa, il Presidente della Banca alimentare contro la fame e il Presidente della Caritas Portuguesa, Eugénio Fonseca, hanno espresso la loro preoccupazione per la durata della crisi sociale e la necessità di mantenere un sostegno che garantisca un minimo di risorse e dignità alle famiglie.

A questo punto la Caritas era già consapevole che le linee di sostegno finanziario di oltre 100 mila euro create per rispondere a 48 mila nuove richieste non avrebbero raggiunto l'obiettivo di raggiungere il mese di giugno.

Le cifre ufficiali stavano rivelando l'aumento della crisi. Ad aprile i conti pubblici avevano già subito un impatto di 680 milioni di euro. A metà giugno, lo Stato aveva già speso 778 milioni di euro per un sostegno eccezionale nell'ambito della pandemia, coprendo 1,2 milioni di persone e 144mila imprese.

L'estate ha permesso la ripresa di alcune attività turistiche e alberghiere, che hanno contribuito ad alleviare la situazione di alcune famiglie, ma il Banco Alimentare, che ha notato il calo delle richieste di aiuto durante i mesi caldi, ha notato anche la ripresa nei mesi successivi.

La speranza delle persone, delle imprese e delle istituzioni di sostegno sociale ora risiede nel cosiddetto "bazooka" europeo, che conta su milioni di fondi UE per salvare posti di lavoro e recuperare l'economia.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.