Nuovo piano per l'aeroporto di Lisbona bloccato - per ora

scritto Daisy Sampson, in Notizia, Salute e ambiente · 05-03-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

Una decisione negativa per l'Autorità Nazionale dell'Aviazione Civile, il rifiuto dei consigli locali e le proteste dei gruppi ambientalisti potrebbero ancora non essere sufficienti a fermare l'apertura del nuovo aeroporto di Montijo, mentre il governo cerca di cambiare la legge a suo favore.

Il 2 marzo, il regolatore dell'aviazione ha rifiutato di valutare un piano per costruire un nuovo aeroporto controverso previsto per Montijo sulla riva meridionale del fiume Tago, essenzialmente lasciando il progetto morto in acqua, tuttavia, il governo non lo sta lasciando lì.

L'Autorità nazionale per l'aviazione civile (ANAC) ha detto che ha respinto la richiesta di valutazione presentata dall'autorità aeroportuale ANA, in quanto non tutti i comuni all'interno e intorno al nuovo aeroporto erano felici con i piani, con alcuni citando preoccupazioni ambientali.

Reagendo alla decisione, il governo ha detto che avrebbe proposto diverse soluzioni per l'impasse, tra cui la costruzione dell'aeroporto altrove e anche la rivalutazione delle leggi che consentono ai comuni di porre il veto su piani di "importanza nazionale".
In una dichiarazione riguardante la decisione, ANAC afferma che, "il decreto legge determina che costituisce una base per il rifiuto preliminare in assenza di un parere favorevole da tutti i consigli comunali nei comuni potenzialmente interessati [... ] ".

Questa sentenza ha obbligato l'ANAC "a respingere la richiesta in via definitiva, nel rispetto del principio di legalità (...) senza alcuna valutazione tecnica di merito del progetto".

Revisione della legge

In seguito alla sentenza dell'ANAC, il governo ha dichiarato che la legislazione sarà ora rivista per eliminare quello che considera il veto concesso ai comuni nello sviluppo di infrastrutture di interesse nazionale e strategico, come la localizzazione del nuovo aeroporto.

"In questo senso, e tenendo conto dell'attuale quadro giuridico in vigore, per garantire che abbia le condizioni per essere attuato, il governo promuoverà, d'ora in poi, la revisione del decreto legge n. 186/2007, del 10 maggio, come modificato dal decreto legge n. 55/2010, del 31 maggio, nel senso di eliminare ciò che costituisce, in pratica, un veto di potere degli enti locali nello sviluppo di queste infrastrutture di interesse nazionale e strategico", aggiunge il comunicato.

Tre opzioni rimangono
Nel frattempo, il governo continua a portare avanti i piani di espansione dell'aeroporto di Lisbona offrendo tre possibili soluzioni in discussione.

Il Ministero delle Infrastrutture spiega che la Valutazione Ambientale Strategica (VAS) "promuoverà una valutazione che confronta" tre soluzioni: l'attuale soluzione duale, in cui l'aeroporto Humberto Delgado avrà lo status di aeroporto principale e l'aeroporto Montijo come aeroporto complementare, la seconda vedrebbe l'aeroporto Montijo acquisire progressivamente lo status di aeroporto principale e l'aeroporto Humberto Delgado come aeroporto complementare e infine, la costruzione di un nuovo aeroporto internazionale a Lisbona a Campo de Tiro de Alcochete è la terza opzione.

ANA ha dichiarato in reazione alla sentenza che la società analizzerà i termini legali della decisione ANAC.

"ANA analizzerà i termini legali presentati dall'ANAC [Autorità Nazionale dell'Aviazione Civile], che non coincidono con i pareri legali del professor Doutor Vital Moreira e del professor Doutor Paulo Otero, allegati alla domanda consegnata [al regolatore]", ha detto una fonte di ANA all'agenzia di stampa Lusa.

La società ha detto a Lusa, che continuano a credere che la "soluzione Montijo sarà quella che meglio risponderà agli interessi del paese".




Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.