Il Portogallo ufficialmente fuori dalla "lista rossa" del Regno Unito

scritto TPN/Lusa, in Notizia, COVID-19, Turismo, Regno Unito · 19-03-2021 01:00:00 · 0 Commmenti

I voli diretti verso il Regno Unito sono ora autorizzati e il Portogallo è stato rimosso dalla "lista rossa" dei paesi a partire dal 19 marzo, portando speranza al settore turistico del Portogallo.

La decisione è stata presa "a seguito di indicazioni che il rischio di importare una variante preoccupante da queste destinazioni è stato ridotto", afferma il Ministero dei trasporti del Regno Unito, notando che "il Portogallo ha preso misure per mitigare il rischio dei suoi collegamenti con i paesi in cui le varianti sono diventate una preoccupazione e ora ha sorveglianza genomica in atto".

Tuttavia, i collegamenti aerei non dovrebbero riprendere immediatamente, poiché il governo portoghese ha esteso la sospensione dei voli, commerciali o privati, con origine o destinazione nel Regno Unito e Brasile fino al 31 marzo.

Nonostante questo allentamento delle restrizioni, le regole di blocco a causa della pandemia di Covid-19 rimangono in Inghilterra, quindi rimane vietato viaggiare senza una valida giustificazione, il che significa che le vacanze in Portogallo rimangono fuori dalle carte per ora.

Il ministro dell'amministrazione interna, Eduardo Cabrita, ha dichiarato che la partenza del Portogallo dalla 'lista rossa' britannica è "qualcosa di estremamente positivo", e dimostra il "riconoscimento" del "percorso" che il Portogallo ha seguito "nelle ultime settimane".

"È naturalmente qualcosa di estremamente positivo perché non c'era nessuna base per questa inclusione del Portogallo in questa lista", ha difeso Eduardo Cabrita.

Ha aggiunto che il Portogallo ha "indicatori di incidenza particolarmente bassi" per quanto riguarda la situazione pandemica e dice che il paese deve "continuare lo sforzo per consolidare questi risultati" e rimarrà "attento" al rischio della variante rilevata nel Regno Unito e "il suo impatto sull'Europa".

"Ma, ovviamente per il Portogallo, queste decisioni, sia quella tedesca di venerdì scorso che questa britannica, sono il riconoscimento del percorso che, collettivamente, abbiamo fatto nelle ultime settimane", ha concluso.

La rimozione dalla "lista rossa" è stata accolta con favore anche dal presidente della regione turistica dell'Algarve (RTA) che ha detto che la nuova situazione è "benvenuta" e riflette la "situazione epidemiologica positiva" in Portogallo.

"Per l'Algarve è una buona notizia, perché il mercato britannico è uno dei principali mercati del turismo in uscita, permette ai cittadini britannici di pianificare le loro vacanze estive e di poter iniziare a prendersi cura della loro assicurazione di viaggio, cosa che non era possibile per loro con il Portogallo incluso nella lista", ha detto João Fernandes a Lusa.

Per João Fernandes, la posizione britannica "dà un chiaro segnale che la destinazione [Algarve] è pronta a ricevere turisti da quel paese, ma non è ancora il segnale definitivo che si desidera".

"Il segnale che vogliamo è che i cittadini britannici possano viaggiare all'estero, una realtà che diventerà chiara solo a partire dal 17 maggio, perché in questo momento possono andare solo in viaggi essenziali", ha ricordato.


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.