Quali sono le restrizioni di viaggio tra l'Europa e gli Stati Uniti?

scritto Advertiser, in Turismo, Americhe, Europa · 30-03-2021 12:07:00 · 0 Commmenti

Con i requisiti di viaggio per visitare i paesi di tutto il mondo che cambiano costantemente a causa della pandemia di coronavirus in corso, può essere confuso per coloro che devono viaggiare all'estero per tenere il passo con le nuove restrizioni per combattere la diffusione del COVID-19. E questo non è diverso per chi ha intenzione di viaggiare tra l'Europa e gli Stati Uniti.

Mentre c'erano meno restrizioni di viaggio COVID-19 per visitare gli Stati Uniti dall'Europa mentre il presidente Donald Trump era in carica, il nuovo presidente eletto Joe Biden ha implementato diverse misure per tenere le nuove varianti del coronavirus fuori dal paese.

Questa guida completa informa i viaggiatori europei diretti negli Stati Uniti se possono entrare o transitare negli Stati Uniti al momento e la documentazione necessaria di cui potrebbero aver bisogno oltre al visto per gli Stati Uniti.

Passeggeri con divieto di viaggiare negli Stati Uniti

Per contenere la diffusione del COVID-19, il governo degli Stati Uniti ha implementato un divieto di viaggio per i passeggeri che sono stati in diversi paesi europei nei 14 giorni precedenti.

Questo include i passeggeri che hanno viaggiato in Portogallo (anche per il transito) nelle ultime 2 settimane, così come:

  • Austria
  • Belgio
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Grecia
  • Ungheria
  • Irlanda
  • Italia
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Norvegia
  • Polonia
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Islanda
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Il Regno Unito

Tuttavia, gli Stati Uniti hanno anche una lista di viaggiatori che sono attualmente esentati dal divieto di viaggio per l'Europa, comprese alcune categorie di titolari di visto USA.

Eccezioni al divieto di ingresso

I seguenti tipi di passeggeri civili sono attualmente esenti dal divieto di ingresso dai paesi europei elencati sopra:

  • Cittadini e residenti permanenti degli Stati Uniti e i loro coniugi (se hanno un certificato di matrimonio valido)
  • Genitori o tutori legali, nonché fratelli e sorelle (non sposati e di età inferiore a 21 anni) di un cittadino o residente permanente degli Stati Uniti (che non è sposato e ha meno di 21 anni)
  • Un figlio, un figlio adottivo o una pupilla di un cittadino o di un residente permanente degli Stati Uniti
  • Titolari dei seguenti tipi di visto USA: A-1, A-2, C-1, C-1/D, C-2, C-3, CR-1, CR-2, D,), G-1, G-2, G-3, G-4, IR-1, IR-4, IH-4, da NATO-1 a NATO-4, o visto NATO-6
  • Titolari di un visto statunitense E-1, se sono dipendenti della TECRO o della TECO o familiari stretti di un dipendente
  • Titolari di un visto DV rilasciato tra il 1° ottobre 2019 e il 30 settembre 2020
  • Studenti in possesso di un visto F-1 o M-1 valido, così come le persone a carico in possesso di un visto F-2 e M-2
  • Qualsiasi passeggero con un invito da parte del governo degli Stati Uniti ad assistere in attività relative al contenimento o alla mitigazione del COVID-19.

Inoltre, i passeggeri in possesso di un documento emesso dal Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti, dalla Dogana e dalla Protezione delle Frontiere degli Stati Uniti o dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti che indica che sono esenti dal divieto di ingresso in Europa sono anche autorizzati ad entrare negli Stati Uniti.

Requisito del test COVID

Dal 26 gennaio 2021, è necessario che tutti coloro che possono entrare negli Stati Uniti dall'Europa forniscano un certificato medico che dimostri un risultato negativo del test COVID-19, ad eccezione dei passeggeri di età inferiore a 2 anni e del personale militare statunitense.

Il test deve essere stato fatto al massimo 3 giorni prima della partenza dal primo punto d'imbarco in Europa, e il metodo di test utilizzato deve essere stato l'antigene virale, NAAT, RT-LAMP, RT-PCR o TMA.

Il certificato medico deve contenere i dettagli del passeggero come nome, data di nascita e numero del documento di viaggio che corrispondono al passaporto del viaggiatore. Il risultato del test deve indicare "negativo" o "non rilevato" per essere accettato. I test contrassegnati come "non validi" saranno rifiutati.

In alternativa al risultato negativo del test COVID-19, i viaggiatori europei possono presentare documenti (certificato medico e lettera di un medico) che attestino la loro guarigione dal coronavirus nei 90 giorni precedenti l'arrivo negli Stati Uniti e siano autorizzati a viaggiare.

Altre restrizioni di viaggio

Anche se non è necessario per coloro che attualmente hanno il permesso di entrare negli Stati Uniti fare un test COVID all'arrivo in un aeroporto degli Stati Uniti o sottoporsi alla quarantena, ci sono alcuni altri requisiti che devono soddisfare a seconda del loro porto di ingresso.

Indipendentemente da dove pensano di arrivare, tutti i passeggeri che entrano negli Stati Uniti dall'Europa sono tenuti a completare un modulo di divulgazione e attestazione online prima del viaggio. Inoltre, coloro che arrivano nel Massachusetts o nello Stato di New York devono completare un ulteriore modulo sanitario online prima di arrivare all'immigrazione statunitense.

Poiché altri singoli stati e territori degli Stati Uniti hanno le loro specifiche misure COVID-19 in atto, i viaggiatori provenienti dall'Europa sono anche fortemente consigliati di controllare se si applicano altre restrizioni per la loro destinazione prima di salire a bordo del loro trasporto per gli Stati Uniti.



Articoli Correlati


Comments:

Sei il primo a commentare questo articolo
Temi interattivi, invia i tuoi commenti/opinioni su questo articolo.

Si prega di notare che The Portugal News puo' utilizzare il commento selezionato nell'edizione stampata del giornale.