Un nuovo studio ha evidenziato il legame a volte trascurato tra le preoccupazioni di denaro e i problemi di salute mentale.

Commissionato dal Money and Mental Health Policy Institute, l'ente di beneficenza creato dal campione dei consumatori Martin Lewis, il rapporto State We're In ha rilevato che nei 12 mesi precedenti, le persone con problemi di salute mentale avevano più del doppio delle probabilità di essere in ritardo su almeno un pagamento.

Quasi la metà (46%) delle persone con problemi di salute mentale è d'accordo con l'affermazione "Non posso permettermi di risparmiare regolarmente", mentre il 25% ha detto di non avere risparmi da parte per le emergenze rispetto al 18% delle persone senza problemi di salute mentale.

Chiaramente, lottare per arrivare a fine mese può causare un'enorme quantità di stress e ansia, ma sapevate che ci sono altri modi in cui le vostre finanze possono influenzare il vostro benessere psicologico - e viceversa?


1. Spendere per alleviare l'ansia

"Le persone che hanno l'ansia possono essere più propense a indebitarsi perché la loro attenzione non è sui loro bisogni futuri, ma più in linea con il placare la loro ansia", dice Philip Karahassan, consulente BACP e fondatore di Therapy in London.

Questo però non significa necessariamente l'approccio "regalati": "Potrebbe essere l'acquisto di regali per togliere la pressione". Di conseguenza, chi soffre d'ansia può allungarsi finanziariamente oltre i propri mezzi. Così facendo, possono creare una spirale di ansia, essendo in debito o non essendo in grado di permettersi le provviste, l'affitto o le bollette. Questo crea ancora più ansia e il ciclo continua".


2. Comprare regali invece di mostrare emozioni

I regali premurosi sono un modo adorabile di mostrare che ti importa, ma c'è il pericolo che "il denaro a volte può essere scambiato con l'amore", dice la dottoressa Audrey Tang, psicologa e autrice di The Leader's Guide to Resilience, un comportamento che può essere appreso se i tuoi genitori ti hanno ricoperto di regali invece di passare regolarmente tempo di qualità con te.

"Purtroppo, se un bambino è cresciuto in questo ambiente, anche lui può entrare nell'età adulta usando il denaro al posto delle emozioni - invece di offrire sostegno, si sfaldano ma mandano fiori; se ti deludono non si scusano ma ti comprano un regalo, piuttosto che fare qualcosa che richiede sforzo".

Se questo modello continua, c'è il rischio che "i regali, che non sostituiscono realmente la profondità, l'intimità e la connessione, possono aver bisogno di diventare più estremi affinché la relazione duri... questo può portare a problemi finanziari oltre a quelli emotivi".

3. Lo shopping come forma di evasione

Sei un grande credente nel potere della cosiddetta terapia al dettaglio? "Vale la pena fermarsi e chiedersi per cosa stai spendendo soldi e perché", dice Matt Wotton, terapeuta BACP e co-direttore del London Centre for Applied Psychology. "Spendere può essere un modo per evitare di affrontare i problemi nella tua vita".

Non c'è niente di male nell'indulgere in un occasionale trattamento di pick-me-up dopo una giornata stressante al lavoro, per esempio, ma usare lo shopping per "evitare il fatto che la vita si sente vuota, o per evitare di affrontare i problemi nel vostro rapporto" potrebbe non essere saggio.

Wotton aggiunge: "Se è un'abitudine, probabilmente sta mascherando un problema. E ricordate, mentre spendere può sembrare divertente, la ricerca mostra che il risparmio è spesso una spinta più affidabile per la felicità. Il denaro in banca ha [dimostrato di avere] un legame più forte con la soddisfazione della vita rispetto al reddito".


4. Acquisti d'impulso

Sei facilmente influenzato dalla pubblicità che ti spinge a non perdere le offerte esclusive? Premi 'aggiungi al carrello' non appena vedi che un articolo è poco disponibile?

"Questo può essere legato alla sbornia psicologica dei tempi evolutivi in cui siamo stati costruiti per sopravvivere, non necessariamente per prosperare a lungo termine", dice Tang, il che significa che possiamo fare acquisti avventati basati sulla nostra "paura di perdere piuttosto che pensare criticamente a ciò che ci viene offerto".

Tang consiglia: "È importante riconoscere che i tempi sono cambiati e quindi anche i nostri giudizi devono cambiare. Ora non si tratta necessariamente di perdere, ma piuttosto [di chiedere] 'Qualcuno sta cercando di ingannarmi?'".


5. Rimanere con i cattivi investimenti

Quando si tratta di investire il proprio denaro, il "pregiudizio dei costi sommersi" è qualcosa di cui le persone possono cadere in fallo e continuare a mettere denaro in un progetto che sta fallendo.

Tang spiega: "Questo è il pregiudizio che ci porta a pensare: 'Ho già investito così tanto tempo/energia/denaro in questa situazione/lavoro/relazione che posso anche continuare'. A meno che non ci siano chiare indicazioni che qualcosa cambierà, spesso è meglio tagliare le perdite prima che le cose vadano così male da costringerci a cambiare".


Author
PA/TPN