Le capre sono state tra i primi animali ad essere addomesticati oltre 10.000 anni fa, con oltre 200 razze domestiche oggi allevate nel mondo. Le capre svolgono un ruolo importante sia nell'agricoltura commerciale che in quella indipendente, in particolare nelle regioni tropicali, subtropicali e mediterranee, dove sono fondamentali per la fornitura di carne, latte, fibre e persino sterco.

Di solito le capre sono docili, anche in natura, ma si proteggono scalciando, svenendo o prendendo a testate i predatori. Hanno anche un talento segreto che pochi conoscono: sono potenti e veloci nuotatori! I maschi di capra, detti "bucks" o "billys", hanno di solito la barba, le femmine sono chiamate "does" o "nannys" e i loro piccoli sono chiamati "kids". Sono ruminanti (masticano l'erba), con uno speciale stomaco a quattro scomparti progettato appositamente per digerire foraggi grossolani come erba, fieno e insilati. Hanno gli zoccoli a coda mozza, cioè lo zoccolo è diviso in due zoccoli principali che funzionano indipendentemente l'uno dall'altro.

Le capre non mangiano tutto!

Le capre hanno la reputazione di mangiare tutto, comprese le lattine, ma non è vero. Se masticano una lattina, probabilmente non stanno masticando il metallo, ma più probabilmente l'etichetta e la colla che c'è sull'etichetta: l'etichetta è come mangiare le foglie di un albero e la colla è una dolce delizia per loro. Per quanto riguarda il foraggiamento normale, non mangiano qualsiasi cosa, ma possono essere piuttosto pignoli e schizzinosi, e possono essere meticolosi sul tipo di erbacce, erbe e fieno che consumano.

Capre e fuoco

È comune vedere mandrie di capre che sgranocchiano lentamente la loro strada nella splendida campagna portoghese, ma possono avere un ruolo cruciale: mangiando la vegetazione secca nelle regioni rurali, possono contribuire a creare fasce tagliafuoco, aiutando così la protezione contro la diffusione degli incendi boschivi. A giugno di quest'anno sono trascorsi cinque anni dagli incendi più letali mai registrati in Portogallo, responsabili di 66 morti solo nella città di Pedrógão Grande. Parte del problema del Portogallo, come di altri Paesi dell'Europa meridionale, è che i villaggi dell'entroterra hanno perso popolazione e l'assenza di pastori, caprai e agricoltori ha lasciato i terreni forestali invasi dalla vegetazione, permettendo agli incendi di diffondersi e bruciare più velocemente. I pendii ripidi sono fuori dalla portata di un trattore e sono molto costosi da curare a mano, soprattutto per una popolazione che invecchia.


Informazioni sugli alimenti a base di capra

La produzione di capre in Portogallo si aggira intorno alle 32.000 aziende agricole e sono stati identificati 420.000 animali, il che si traduce in una media di 13 animali per azienda. Gli allevamenti di capre rivelano una maggiore tendenza al latte rispetto agli allevamenti di pecore e il formaggio di capra più famoso del Portogallo è il Serra da Estrela, famoso per la sua consistenza cremosa e l'odore intenso, che proviene dalla catena montuosa più alta del Portogallo continentale, un'area tradizionalmente conosciuta per la pastorizia. La carne di capra è più sana di altre carni: ha circa due terzi delle calorie della carne di manzo e tre quarti di quelle del pollo. Inoltre, ha un terzo dei grassi del maiale e meno della metà di quelli del pollo. I sapori migliori si sprigionano con la cottura lenta e il gusto e i sapori cambiano man mano che la capra matura. Le capre giovani sono le più gustose, con una carne tenera e un sapore meno "selvatico".

La razza Serrana è la più importante razza caprina autoctona del Portogallo ed è stata esportata in altre regioni del mondo, in particolare in Sud America durante la colonizzazione portoghese.

Le sei capre portoghesi più popolari sono il Cabrito das Terras Altas do Minho, il Cabrito do Alentejo, il Cabrito da Gralheira, il Cabrito de Barroso, il Cabrito da Beira e infine il Cabrito Transmontano.

In tutto il mondo, la carne di capra è la carne rossa più consumata e il latte di capra è ancora più popolare di quello di mucca: una capra produce in media un litro e mezzo di latte al giorno - più che sufficiente per una famiglia in un paese in via di sviluppo - occupa meno spazio e richiede meno cibo di una mucca. Il latte di capra ha meno probabilità di causare intolleranze al lattosio ed è più facile da digerire rispetto al latte di mucca, contiene meno grassi ed è naturalmente omogeneizzato. La popolarità non mostra segni di rallentamento. La capra è il segmento in più rapida crescita dell'industria zootecnica mondiale.