Il gruppo di scuole di Lagoa, che comprende scuole materne, elementari e secondarie, ha già ricevuto 20 studenti ucraini e si aspetta di accoglierne altri nelle prossime settimane.

Familiarizzare con i portoghesi

"Quando arrivano a scuola, spesso sono con la famiglia o con gli amici che li ospitano, che fanno la traduzione, ma a volte dobbiamo usare traduttori digitali per parlare con loro", ha detto la preside del gruppo di scuole Lagoa, Emília Costa Vicente.

Nonostante la barriera linguistica, le scuole stanno facendo del loro meglio e i bambini stanno facendo molto bene e si sentono integrati: "I bambini si capiscono molto bene", ha detto.

Ogni settimana, il governo emette nuove linee guida per le scuole. Uno di questi nuovi requisiti è l'apprendimento obbligatorio del portoghese, che il governo ha identificato come una delle principali priorità per questi studenti. "Ci concentriamo sull'apprendimento della lingua in modo che possano integrarsi meglio nel sistema scolastico portoghese. In generale, il nostro obiettivo è che i bambini siano felici", ha detto. Inoltre, il lavoro delle scuole ha dato i suoi frutti. "Sempre più persone sono ora in grado di dire alcune parole portoghesi", ha detto Emília a The Portugal News.

Inoltre, dall'asilo alla scuola superiore, questo gruppo di scuole ha più di 300 studenti di diverse nazionalità, compresa quella ucraina. Inoltre, è stato possibile integrare questi studenti in classi dove c'era già uno studente ucraino per facilitare l'integrazione, permettendo loro di chiacchierare con qualcuno che parla la loro lingua.

Integrazione nelle classi

In primo luogo, per ogni studente, la scuola fa una valutazione con i loro genitori, o tutori, per capire le situazioni che hanno vissuto e il livello di trauma che stanno affrontando.

Successivamente, per una settimana, "frequentano tutte le classi per conoscere i loro colleghi. Poi, creiamo un orario specifico per questi studenti in cui li togliamo dalle materie che frequentano e non capiscono una parola (come storia, fisica e chimica) e ci concentriamo sull'insegnamento del portoghese".

Lezioni online

I bambini e i giovani che arrivano nelle scuole portoghesi dopo essere fuggiti dalla guerra in Ucraina possono continuare a seguire lezioni online in ucraino, il che permette loro di completare l'anno scolastico in cui si trovano.

Secondo Emília, ci sono ragazzi che stanno imparando attraverso lezioni online di ucraino, il che è altamente raccomandato per quei giovani che hanno intenzione di iscriversi all'università per l'anno successivo.

"Questi studenti arrivano come rifugiati. Questo significa che non hanno documenti per dimostrare il loro livello di istruzione, e non possiamo fare le equivalenze senza questi documenti. Per questo suggeriamo che in alcune situazioni finiscano l'anno scolastico nel loro sistema, in modo che possano poi fare domanda per un titolo universitario con il loro certificato", ha detto.